La Consulta Giovanile Regionale dona materiale sanitario al Policlinico di Palermo

La Consulta Giovanile Regionale dona materiale sanitario al Policlinico di Palermo

Si è conclusa con esito positivo la raccolta fondi destinata al Policlinico di Palermo, che era stata avviata dalla Consulta Giovanile Regionale il 22 aprile scorso, in piena emergenza Covid-19.

Durante la giornata di ieri, venerdi 17 luglio 2020, da parte dei Consiglieri della Consulta, è avvenuta brevi manu la consegna al Policlinico di Palermo del materiale sanitario che è stato acquistato grazie alla somma ricavata. Tra i membri di quest’organismo associativo regionale vi è anche il santangiolese Simone Pintaudi, già Presidente della Consulta Giovanile di Sant’Angelo di Brolo.

Di seguito il Comunicato ufficiale in cui sono riportati i dettagli della notizia:

Oggi venerdì 17 luglio i cinque consiglieri della Consulta Giovanile regionale, eletti per la Provincia di Palermo, Federico Guzzo, Maria Occhione, William Vallone, Giuseppe Di Gangi e Sofia Cimino, insieme ad altri consiglieri di altre province, si sono recati al Policlinico “Paolo Giaccone” per donare il materiale sanitario acquistato grazie alla raccolta fondi organizzata mesi fa, durante l’apice della forte crisi economica e socio-sanitaria causata dal CoronaVirus. Il ricavato ha permesso ai consiglieri di dare il loro contributo per sostenere gli ospedali dell’isola, i medici, gli infermieri e i pazienti che, anche dopo l’emergenza, continueranno a vivere la grave situazione di precarietà in cui versa la sanità siciliana; infatti la consegna dei DPI in questo momento sarà d’aiuto a coprire parte delle necessità del personale sanitario per i mesi a venire. A ricevere la donazione del materiale sanitario e ad accogliere i giovani fautori dell’iniziativa, il nuovo commissario straordinario dell’Azienda ospedaliera universitaria Policlinico Paolo Giaccone, dott. Alessandro Caltagirone che esprime plauso per l’azione benefica ”indirizzata proprio ad una struttura che necessita forti interventi di rilancio sotto diversi punti di vista, e che ha quindi bisogno anche dei beni più essenziali”.

Presente alla consegna dei dispositivi frutto della solidarietà collettiva anche il prof. Alberto Firenze, Responsabile Unità di staff Risk management e qualità, che fin da subito ha intercettato l’iniziativa appoggiandone la mission e promuovendone l’impatto sociale, trovando in questo gesto, nato dall’iniziativa di giovani impegnati per la propria terra, ‘’un mezzo imprescindibile per combattere insieme le difficoltà nel sistema sanitario e soprattutto per aiutare chi non si è mai fermato nemmeno in piena emergenza, come i medici, gli infermieri e gli operatori sanitari tutti’’.

In questi ultimi anni la nostra isola ha dovuto subire tagli drastici alle spese destinate alla salute pubblica ed è proprio questo uno dei motivi per cui abbiamo deciso di organizzare, lo scorso aprile, una raccolta fondi per acquistare materiale sanitario per gli ospedali siciliani. Si è subito intercettata la solidarietà quale strumento migliore e maggiormente utile in questa circostanza, infatti è stata immediata la risposta positiva da parte dei cittadini ma anche di personaggi dello spettacolo, artisti e musicisti siciliani. Ringraziamo tutte le Consulte Giovanili e i consiglieri regionali che hanno deciso di contribuire. “Abbiamo ottenuto un grande risultato grazie al lavoro di squadra, grazie a quel senso di comunità che contraddistingue molte delle nostre realtà, che ci ha consentito oggi di poter donare materiale sanitario al Policlinico di Palermo, consapevoli di aver dato un importante contributo. Siamo convinti che un’azione comune oggi ci garantirà la possibilità di partire con il piede giusto in futuro, quando insieme dovremo affrontare un percorso di rappresentanza per i giovani come noi e per i nostri territori’’ conclude Federico Guzzo consigliere e presidente della Consulta Giovanile di Bagheria.

Hanno sostenuto l’iniziativa i consiglieri della Consulta Giovanile Regionale: Mattia Di Prima (CL), Alessio Liberti (EN), Alessandro Monaco(EN), Giuseppe Seminara (EN), Ludovica Bonincontro (EN), Emanuele Cusumano (TP), Daniele Provenzano (TP), Pietro Giangrasso (TP), Giovanni Cusenza(TP), Simone Pintaudi (ME).

Hanno aderito le Consulte di: Bagheria (PA), Belmonte Mezzagno (PA), Blufi (PA), Prizzi (PA), Gratteri (PA), Resuttano (CL), Palazzo Adriano (PA), Isnello (PA), Gangi(Forum, PA), Montemaggiore Belsito (PA), Lercara Friddi (PA), Corleone (PA), Carini (PA), Sant’Angelo di Brolo (ME), EnnaAgira (EN), Barrafranca (EN), Bolognetta (PA), Alia (PA), Castellana Sicula (PA), Roccapalumba (PA), Alcamo (TP), Castellammare del Golfo (TP), Favignana (TP), Partanna (TP), Campofelice di Roccella (PA), Contessa Entellina (PA), Comitato costituente della Consulta di Catstelbuono (PA).

Paola Caruso

nasce a Patti il 05/11/1987, vive e risiede a Sant’Angelo di Brolo, piccolo comune siciliano in provincia di Messina. Si diploma al Liceo Scientifico Lucio Piccolo di Capo d’Orlando (Me) e presso il Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne (D.I.C.A.M) dell’Università degli Studi di Messina, consegue la laurea triennale in Lettere Moderne e poi conclude l’intero ciclo nel 2016 prendendo la laurea magistrale in Civiltà Letteraria dell’Italia Medievale e Umanistica, nello stesso ateneo. Nell’anno 2014 svolge il Servizio Civile Nazionale in qualità di accompagnatrice turistica presso il Museo degli Angeli di Sant’Angelo di Brolo (Me), curandone diverse mostre artistiche. Nel 2015 consegue il diploma di Lingua Internazionale Esperanto. Nel 2016 presso A.F.E.I.P. (Associazione Formazione e Inserimento Professionale) studia per diventare Guida Interpretativa Ambientale e organizza percorsi culturali e accoglienza a gruppi turistici. Dal 2014 inizia a cooperare come scrittrice freelance per diversi quotidiani online, quali Javan24.it , 98zero e altri portali. Dal 2017 ad oggi lavora come docente di lettere. Ha insegnato presso l’Istituto Professionale Paritario per l’Ospitalità Alberghiera San Michele, l’Istituto Tecnico Paritario Athena, entrambi di S.Agata di Militello (Me) e la scuola statale I.I.S.S. Alessandro Volta di Palermo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *